“È accusato di non essere nato normale”: abbiamo parlato con la madre di una ragazza con bisogni speciali espulsa da un campo

Inés è una ragazza come qualsiasi altra 11, che non vede l'ora di un campo estivo. Ero già stato in un altro nei due anni precedenti, ma ora ho preferito che fosse in inglese, perché "Volevo saperne di più".

La gioia divenne un incubo per la bambina quando sua madre, Carolina Gómez, la prese in braccio il giorno dopo l'inizio della sua vacanza, senza che nessun monitor le dicesse che non la volevano lì.

E, sfortunatamente, questa è la dura realtà. Solo poche ore dopo il loro arrivo ad Aldeaduero (Salamanca), venerdì 28 a giugno, hanno telefonato alla famiglia: "non hanno preso la ragazza perché aveva un comportamento strano".

Come spiegato da sua madre, Ines viene diagnosticato un "ritardo maturazionale", il che significa che "hai bisogno di qualche secondo in più per capire cosa dicono e ti costa se ti parlano molto rapidamente. Ma lei si comporta come un'altra. "

"Sarebbe meglio se non fossi al campo"

Dopo 30 minuti che parlavano al telefono con il coordinatore del campo "tra silenzi imbarazzanti e una moltitudine di scuse e bugie", dice la madre, ha confessato il vero problema: "una delle ragazze aveva detto a sua madre che aveva una ragazza nella sua stanza esigenze ".

Carolina continua a spiegare i fatti:

"Contraddicendo le nostre indicazioni e i nostri suggerimenti, la coordinatrice del campo ha deciso da sola di informare le ragazze nella stanza che nostra figlia era in ritardo e aveva bisogno del suo aiuto … Qualcosa che, con un'esperienza minima, non sarebbe mai accaduto a nessuno con solo poche ore di vita con una ragazza. "

Questo sfortunato errore, a quanto pare, ha causato la chiamata di una delle madri indignate perché sua figlia doveva "prendersi cura di una donna disabile" … Cosa li ha motivati ​​a chiamarci e dirci "Mi trovo tra una roccia e un luogo difficile perché una madre ha chiama per lamentarsi e non vuole che Inés vada a letto con sua figlia. ”

Secondo la madre, hanno cercato di portare Agnes fuori dalla stanza per dormire con un monitor del campo, che la ragazza ha rifiutato (normale, è andato a vivere e dormire con altri bambini, non separati). Al quale seguì il suggerimento che sarebbe stato meglio se "una ragazza come Agnese non fosse nel campo".

Da bambini e altro abbiamo contattato la madre che ci dice che non avevano altra scelta che prendere Inés in auto da Madrid, dove vivono, e che quando arrivarono la ragazza fu sorpresa perché nessuno le aveva detto che stava lasciando il campo, anche se sua madre lo aveva richiesto :

"Ero calmo attento a un film in inglese, quindi quando ha visto me e mio marito, mi ha chiesto cosa avevo fatto di sbagliato in modo che fossimo lì e che ero così arrabbiato."

La risposta dell'azienda

A sua volta, la Diverbo company L'organizzatore del campo ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che la ragazza non è stata discriminata o espulsa:

Diverbo non ha discriminato né espulso la ragazza che ha lasciato il nostro campo. pic.twitter.com/lr633a3K5d

– Diverbo (@diverbo) 1 luglio 2019

Ma la ragione della lingua non vale perché, secondo sua madre, quando la iscrisse al campo, la spiegò e loro risposero che "non avrebbe avuto difficoltà, perché nel gruppo in cui si trovava, imparava con i giochi".

In effetti, "il suo insegnante madrelingua si è offerto di scrivere un rapporto sulle capacità di Inés con una lingua con la quale è super eccitato e assicura che apprenda ad un buon ritmo e senza problemi", aggiunge Carolina.

Grande supporto e solidarietà nelle reti

camp-espulso

Ma non è l'unico messaggio di sostegno e solidarietà per Inés. La zia della ragazza ha pubblicato ieri il reclamo su Twitter e ha ricevuto una risposta un'ondata di sostegno e solidarietà, compresi i campi offerti per accogliere la ragazza in modo che possa godersi l'estate come merita. Ma la ragazza "è ferita" e non vuole.

Ho una storia straordinaria di cosa @diverbo Ha fatto questo fine settimana per mia nipote Ines. Che mancanza di umanità e quali pochi valori per l'integrazione. Mia nipote non smette di piangere perché pensa che sia colpa sua se non è la stessa cosa degli altri bambini //t.co/VGHdgaAHI8

– Bea Gómez (@Beitagomezg) 1 luglio 2019

Ciao Bea, siamo gli organizzatori di un super campo multi-avventura che facciamo nella Sierra de Enguera, a Valencia. Se Agnes vuole, la invitiamo una settimana a passare dei bei momenti con noi. Un bacio e molto incoraggiamento Inés! Chiamaci //t.co/6iSf1iGfNU

– Eduardo Puchol (@EdPuchol) 1 luglio 2019

… “È fatto polvere, ha il morale dei pavimenti, pensa che la colpa sia sua che non riesce a essere normale. Gli ho già detto che non sto scherzando "… chiedo, come puoi far sì che ciò accada a una ragazza? La mia anima si spezza.

– Riso con latte cattivo (@Y_canela) 1 luglio 2019

In cara, sarà bene per te non essere in quel campo circondato da persone con più bisogni di quelli che sei carina, a cui manca il cuore e per questo non c'è aiuto. Ma dai, vergogna al campo, prima di lanciare questa ragazza avrebbero dovuto buttare gli altri e le loro mamme.

– Rocio Salguero ?? (@Rociosalguero99) 1 luglio 2019

Ma i suoi genitori l'hanno dedicata a mandarla a Barcellona, ​​a casa dei nonni e dei cugini, perché pensa che sia ciò di cui ha bisogno: sentirsi circondata dalla sua famiglia. E, sebbene abbia trascorso l'intero viaggio piangendo e ripetendo che è colpa sua per "non essere nato normale", non appena ha raggiunto la sua destinazione, con l'amore della sua famiglia si è calmato.

"Hanno mancato di conoscerla"

È uno dei molteplici messaggi degli amici della scuola di Inés che sono arrivati ​​sul conto whatsapp di sua madre. Ed è che secondo Carolina, "è una ragazza molto affettuosa ed estroversa e ha molti amici" presso la scuola del Sacro Cuore di Madrid, per l'integrazione di bambini con bisogni speciali.

Come dice sua madre, sua figlia non ha mai avuto problemi bullismo e ha molti amici, con zero problemi di integrazione.

Anche il campo in cui Ines è andato negli ultimi due anni e in cui è ora sua sorella di otto anni, ha scritto a sua madre offrendosi per ciò di cui ha bisogno e ribadendo l'affetto che hanno per la bambina i monitor. Sono aperti a dire a coloro che ritengono necessario che il bambino non abbia problemi a vivere con il resto dei bambini della sua età. È ancora uno.

Ma Carolina crede che ora la cosa migliore per la bambina sia sentirsi avvolti dai nonni e dai cugini sulla spiaggia.

Mancanza di empatia e inclusione

In un momento in cui combattiamo ogni giorno per una maggiore inclusione ed educiamo i nostri figli all'empatia e alla sensibilità verso le persone con bisogni speciali, è vergognoso che accadano eventi di questo tipo. Ed è proprio a madri, padri e organizzazioni che devono dare l'esempio.

I genitori di Ines non sanno ancora se adotteranno misure legali, anche se il suo ex marito e il padre della ragazza scommettono in questo modo, ma Carolina assicura che non ha ancora avuto il tempo di sedersi per pensare a tutto questo, poiché le cose stanno accadendo molto Veloce: "Quello che volevo era sapere cosa avevano fatto a Inés in modo che non accadesse di nuovo agli altri bambini e che sia stato raggiunto."

Ecco perché Carolina preferisce mantenere il positivo.

“Fortunatamente ci sono molte brave persone, che ci mostrano messaggi di amore e sostegno che ringraziamo molto. Ci sentiamo molto fortunati. "

Foto | Assegnato da Carolina Gómez

Neonati e altro | Campi estivi in ​​cui il bambino è allergico: consigli da tenere a mente, Tutta la scuola impara la lingua dei segni per comunicare con la loro studentessa sorda, una bambina di sei anni

Ecco come il numero di bambini influenza il sonno e le ore di riposo dei genitori

Sappiamo tutti che con l'arrivo dei bambini ci sono molte cose che cambiano nel nostro stile e nel nostro ritmo di vita. Uno che è sicuramente noto in entrambi i genitori, è la quantità di riposo ottenuta, che è piuttosto ridotta dopo essere diventati genitori.

Un ricerche recenti analizzato le abitudini del sonno di migliaia di famiglie negli Stati Uniti, scoprendo che il numero di ore dedicate al sonno e al riposo di padri e madri variava in base al numero di figli che avevano. Indovina chi riposa di più?

La ricerca, che fa parte di un ampio rapporto sul riposo e lo stile di vita negli Stati Uniti e al quale hanno partecipato più di famiglie 31.600, ha scoperto che il numero di bambini ha influenzato diversamente il sogno di padri e madri.

Si potrebbe pensare che, più figli hanno, minori sono le ore di riposo dei genitori. E sebbene all'inizio e con l'arrivo dei bambini sembrino diminuire, il rapporto mostra un fatto interessante: i padri e le madri di cinque figli dormono di più.

Secondo i tuoi risultati, le madri che hanno avuto uno e cinque figli sono quelle che dormono più ore, mentre quelli con tre figli, sono quelli che hanno ottenuto un minor numero di ore di riposo. Pertanto i risultati variano in base al numero di bambini:

  • Con un bambino, i genitori dormono in media ore 8.8 e le madri 9.0.
  • Con due bambini, i genitori dormono in media ore 8.6 e le madri 8.9.
  • Con tre figli, i genitori dormono in media ore 8.6 e le madri 8.8.
  • Con quattro figli, i genitori dormono in media ore 8.4 e le madri 8.9.
  • Con cinque figli, i genitori dormono in media ore 8.4 e le madri 9.0.

Entro la quantità totale di riposo che padri e madri hanno ottenuto ogni 24 ore, sono stati considerati non solo le ore di sonno che si verificano quando si dorme di notte, ma anche quei piccoli momenti durante il giorno in cui è stato possibile fare un piccolo pisolino o addirittura sonnecchiare per alcuni minuti.

I ricercatori spiegano che sebbene tutti i padri perdano ore totali di riposo con l'arrivo dei bambini, nel caso di coloro che hanno tre figli, il fatto che siano meno ore potrebbe essere dovuto al fatto che È la prima volta che il numero di bambini supera il numero di genitori.

D'altra parte, nel caso delle madri che hanno avuto più figli, le ore di riposo sono probabilmente aumentate di nuovo a causa dell'arrivo del quinto figlio, le famiglie avevano già un ritmo di vita stabilito, facendole sentire più rilassate e ponendo il riposo come una priorità.

Per quanto riguarda la differenza di ore tra padri e madri, spiegano che questo è perché Le donne hanno bisogno di più riposo perché il loro cervello è in modalità multitasking più frequentemente e questo aumenta naturalmente con il numero di bambini, qualcosa che avevamo già spiegato alcuni mesi fa quando ne avevamo parlato il carico mentale e il lavoro invisibile che svolgono durante il giorno.

Foto | Pexels
Via | Oggi

Zara, Mango e H&M hanno le vendite perfette per rinnovare il guardaroba dei nostri bambini

Quelli previsti sono finalmente arrivati vendita! È il momento perfetto per rinnovare il guardaroba dei nostri bambini. Marche di intestazione a basso costo come Zara, Mango e H&M Hanno gettato la casa attraverso la finestra con sconti a partire da 50%, quindi devi approfittarne compra le basi dai bambini della casa, investi in capi che potrebbero essere utili in autunno e in alcuni capi stagionali perfetti da indossare questa estate 2019.

Zara

Zara 1

T-shirt in bianco e nero Perfetto per i look estivi. Il suo prezzo è di 6,99 euro.

Zara 2

Scimmia ideale in un lusinghiero blu, un disegno a strati traforati di bretelle e dettagli in pizzo sull'orlo. Il suo prezzo è di 12,99 euro.

Zara 3

pantaloncini cravatta di colore verde. Il suo prezzo è di 7,99 euro.

Zara 4

Un investimento per l'inverno è questo piume nere con cappuccio di capelli. Il suo prezzo è di 15,99 euro.

Zara 5

Un altro classico che non manca mai sono i maglioni grigi. Questo modello di cerniera e collo perkins è un altro buon acquisto per l'autunno. Il suo prezzo è di 7,99 euro.

Zara 6

Gli abiti da ragazza di Zara sono carini. questo * abito a uncinetto* e gonna con dettaglio fiori neri è perfetta per i look estivi. Il suo prezzo è di 15,99 euro.

Zara 7

Motociclista rosa molto carino guardare in autunno e molto facile da combinare. Il suo prezzo è di 19,99 euro.

Zara 9

Abito in stile etnico in marrone con collo bicolore con dettagli e conchiglie deviati. Il suo prezzo è di 12,99 euro.

H & M

Hmrebajas

Felpa blu scuro con scritte in bianco di New York perfette da indossare nella stagione autunnale o per le notti estive più fredde. Il suo prezzo è di 6,99 euro.

Hmrebajas1

Confezione da due abiti ideali del primo tempo. Un vestito a righe da marinaio e un altro in blu navy. Il suo prezzo è di 7,99 euro.

Hmrebajas2

Abito giallo pastello Con scollo arricciato e dettaglio stampa esotica sul fondo della gonna. Un modello il cui prezzo è 6,99 euro.

Hmrebajas3

Felpa con capelli rosa con farfalla con paillettes multicolore ideale da indossare in inverno. Il suo prezzo è di 6,99 euro.

Hmrebajas4

Maglione bambino a righe Multicolore su sfondo grigio. Il suo prezzo è di 5,99 euro.

Hmrebajas5 6

Abito senza maniche con stampa a pois, Una stampa che non passa mai di moda. Un design perfetto per le giornate estive più calde. Il suo prezzo è di 5,99 euro.

Hmrebajas6

Due canottiere colore corallo con stampa tigri in blu navy euro 5,99 y pantaloncini in mario blu 7,99 euro.

Mango

Mango

Felpa di Topolino Con stampa a stella su sfondo bianco. Il suo prezzo è di 12,99 euro.

Mango2

jeans Perfetto da indossare tutto l'anno. Il suo prezzo è di 9,99 euro.

Mango

Polo rossa a maniche lunghe ideale per l'intervallo. Un investimento d'autunno. Il suo prezzo è di 3,99 euro.

Mango 2

Felpa in cotone Blu navy con skateboard senape fantasia. Il suo prezzo è di 7,99 euro.

Mango 2

Per l'inverno questa maglia è l'ideale. un modello bianco con dettaglio pom pom Capelli rosa Il suo prezzo è di 9,99 euro.

Mango3

Corto nero Vita elasticizzata, un capo perfetto da abbinare a qualsiasi top. Il suo prezzo è di 9,99 euro.

Mango 1

Vestido blanco Midi lungo con spalline arricciate, ideale per l'estate. Il suo prezzo è di 12,99 euro.

Mango 3

Motociclista nero come investimento perfetto per la stagione autunno-inverno. Il suo prezzo è di 19,99 euro.

Il Ministero del Tesoro restituirà l’IRPF della prestazione di maternità anche alle madri a cui è stato negato

Sono stati i pionieri nel richiedere la restituzione della ritenuta alla fonte dell'imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPF). Ma la sua richiesta era precedente sentenza della Corte suprema di 3 di ottobre di 2018, che ha stabilito che le prestazioni di maternità sono esenti dall'imposta sul reddito delle persone fisiche.

A novembre il governo ha esteso l'esenzione fiscale anche a congedo di paternità e ai dipendenti pubblici, che ricevono il beneficio attraverso mutui del lavoro.

Ieri María Jesús Montero, ministro delle finanze in carica, ha fatto progressi L'Agenzia delle Entrate restituirà l'IRPF delle prestazioni di maternità e di paternità versate da 2014 ai contribuenti di 8.000 che non sono stati in grado di riceverlo, compresi quelli che hanno richiesto e sono stati respinti.

8.000 ha beneficiato

Segun una dichiarazione del Ministero delle finanze, con questa misura "il governo adempie al suo impegno di correggere una situazione di ingiustizia che ha colpito un gruppo di madri che hanno chiesto il ritorno delle trattenute dell'IRPF per maternità prima che si verificasse la sentenza della Corte suprema".

La misura si basa sul Decreto reale dell'29 di dicembre dell'2018, che era efficace dalla sua entrata in vigore, ma anche per precedenti esercizi non prescritti.

"Poiché questa estensione dei beneficiari è limitata ai periodi non prescritti, inciderà sui casi di benefici ricevuti in 2014 e negli anni successivi, ma anche in quegli anni precedenti in cui qualsiasi risorsa depositata dai contribuenti avrebbe interrotto la prescrizione abbastanza a lungo così che i quattro anni di prescrizione stabiliti dalla legge fiscale generale non erano ancora stati rispettati ”.

Pertanto, si deve comprendere che anche quelle madri e padri che avevano risoluzioni e sentenze finali nei loro confronti hanno diritto a ricevere il rimborso.

Inoltre, Questa risoluzione si applica anche ai funzionari, che ricevono il pagamento delle prestazioni di maternità e paternità tramite Muface.

Lo ha annunciato il ministro delle finanze ad interim, dopo aver incontrato l'Avvocato statale e la piattaforma interessata, assicurando che "nessuno avrebbe capito che proprio le madri che per prime hanno affermato che il diritto ora sarebbero fuori dal gruppo dei beneficiari".

María Jesús Montero ha dichiarato di aver già dato ordini alle delegazioni dell'Agenzia delle Entrate in modo che in tre o quattro mesi pagherà il nuovo 8.000 interessato, gli 11 milioni di euro che potrebbero essere in sospeso.

Come richiedere la restituzione dell'imposta sul reddito delle persone fisiche

I beneficiari devono usa il modulo elettronico della richiesta di ritorno per gli anni da 2014 a 2017, che l'Agenzia delle Entrate ha lanciato l'3 di dicembre di 2018 e che, come spiegato dal Ministero del Tesoro, "ora consentirà loro di richiederlo".

  • Per i casi di anni precedenti non prescritti, i genitori devono presentare una domanda ordinaria, in formato elettronico o in qualsiasi registro dell'amministrazione.

Devono fornire il loro nome, cognome e NIF, insieme all'anno di ricezione della prestazione e il numero IBAN di un conto bancario di cui sono proprietari.

  • Tutte quelle madri e padri per i quali il diritto al ritorno è ora esteso e chi Hanno già presentato la domanda dopo la sentenza della Corte suprema, non dovranno più inviarlo nuovamente, poiché la stessa richiesta verrà elaborata.

  • Se questa seconda richiesta è stata respinta, È necessario inviare una lettera all'Agenzia delle Entrate dimostrando l'opposizione a tale risoluzione e l'Amministrazione procederà a restituirla.

La scadenza per richiedere il ritorno dell'IRPF della prestazione di maternità dell'esercizio 2014 conclude l'1 di luglio di 2019, quando i quattro anni che la legislazione segna.

Finora, grazie a semplice modulo online, il ministro ad interim assicura che il Ministero del Tesoro abbia restituito l'IRPF pagato a madri e padri 734.000. Ciò si traduce in un totale di 960 milioni di euro e una media di 2.000 euro per le donne e 480 euro per gli uomini.

Via | Tax

Nei bambini e altro | Congedo di paternità: quali procedure devi fare per richiedere il nuovo beneficio di otto settimane, Congedo di paternità e maternità in Spagna: questo si è evoluto nel corso degli anni

Disabilitano un pediatra che ha collegato i vaccini all’autismo e ha consigliato ai bambini e alle donne in gravidanza di non farsi vaccinare

È incredibile che nonostante la ricerca scientifica in tutto il mondo, e il gran numero di studi che ribadire ancora e ancora la sicurezza dei vaccini, ci sono ancora persone che pensano di causare l'autismo. Ma lo stupore è maggiore se dietro questa falsa affermazione c'è un pediatra.

Questo è il motivo per cui siamo rimasti così sorpresi nel sentire il caso di un pediatra che presumibilmente ha consigliato di non vaccinare i bambini, embarazadas e le persone con autismo, per collegare i vaccini alla comparsa di disturbi dello spettro autistico (TEA). il Illustre Collegio ufficiale dei medici di Madrid l'ha disabilitato ha aperto un file disciplinare.

Ha presentato le sue opinioni sui media

Era il Confederazione spagnola di autismo chi ha dato il voce di allarme nel mese di agosto di 2018, rilevando che un pediatra attivo era dedicato alla promozione trattamenti pseudoscientifici mentre collega l'autismo con i vaccini.

Data la gravità degli eventi, Autismo España ha deciso di realizzare un ampio dossier informativo trasferito all'illustre Collegio Ufficiale dei Medici di Madrid, dove sono stati esposti i diversi aspetti di cui erano stati registrati:

  • La esposizione a mezzi di tesi completamente inappropriati sulla vaccinazione e i suoi effetti sull'origine dell'ASD e la realizzazione esplicita di raccomandazioni sulla non vaccinazione di bambini, persone con autismo e donne in gravidanza.

  • La divulgazione di tesi non approvate e contrariamente alle prove sull'origine e cause di ASD.

  • La diffusione di trattamenti e interventi privi di prove totali e importanti rischi per la salute delle persone.

Dopo aver ricevuto le informazioni, l'illustre Collegio Ufficiale dei Medici di Madrid ha sanzionato il pediatra con 364 giorni di sospensione dalla pratica professionale e ha aperto un file disciplinare, quando si considerano i fatti come un reato grave.

Secondo l'illustre Collegio Ufficiale dei Medici di Madrid, il pediatra avrebbe violato gli articoli del Codice di Deontologia medica che presentiamo di seguito:

  • 21.1: il medico ha il dovere di dare a tutti i pazienti a assistenza medica di qualità umana e scientifica.

  • 23.1: il medico deve avere la libertà di prescrizione, rispettando le prove scientifiche e le indicazioni autorizzate, che gli consentono di agire in modo indipendente e garantire la qualità.

  • 25.2: il medico deve offrire consulenza fedele e competente al paziente in modo che si assuma le sue responsabilità in materia di salute, compresa l'igiene e la promozione di attività preventive di comprovato valore. Ti informerà del rischio che determinate abitudini possono comportare per la tua salute.

  • 25.3: la promozione di attività preventive è deontologicamente corretta solo quando hanno un comprovato valore scientifico.

  • 26.1: il medico dovrebbe preferibilmente utilizzare procedure e prescrivere farmaci la cui efficacia è stata scientificamente dimostrata.

  • 65.3: la pubblicità medica deve essere obiettiva, prudente e veritiera, quindi non suscitare false speranze o diffondere concetti infondati. Il medico può comunicare alla stampa e ad altri media non indirizzati ai medici, informazioni sulle loro attività professionali

I vaccini sono sicuri e non producono autismo

Nel corso degli anni, prove scientifiche hanno dimostrato che i vaccini sono sicuri e salvano milioni di vite ogni anno, quindi è essenziale diffondere informazioni veritiere e comprovate su di loro.

Per quanto riguarda l'autismo, si è detto molto sul presunto legame tra vaccini e ASD. La falsa teoria è nata in 1998, a seguito di uno studio del medico britannico Andrew Wakefiedl e pubblicato su The Lancet. Nel tempo, si è scoperto che l'informazione era stata manipolata, così Wakefield fu espulso dal British General Medical College e la rivista ne cancellò la pubblicazione.

Da quel momento, ci sono state molte indagini su questo problema. E attualmente, la comunità scientifica e medica internazionale lo afferma all'unanimità non ci sono prove relative alla vaccinazione con autismo.

Uno studio successivo, condotto nell'anno 2015 a 95.000 bambini con fratelli autistici, ha determinato che anche in questi casi in cui esiste un rischio maggiore a causa del fattore genetico, può essere stabilita una relazione tra vaccinazione e autismo.

Ma nonostante le prove scientifiche, ci sono ancora quelli che, incomprensibilmente, sostengono queste false credenze, seminando dubbi tra genitori e mettendo seriamente a rischio la vita dei tuoi bambini non vaccinati e quello di altri bambini che, per giustificati motivi medici non possono essere vaccinati.

Molto tempo fa Amazon y i principali social network hanno deciso di unire i loro sforzi a combattere la disinformazione attorno ai vaccini, nel tentativo di frenare il terribile e pericoloso flagello che il movimenti anti-vaccino.

Ma c'è sempre una strada da percorrere, quindi è importante continuare a mettere a tacere quelli diffondere falsi sulla sicurezza dei vaccini, contrastando le sue parole con informazioni veritiere e scientifiche.

Via | Confederazione spagnola di autismo

Essere o non essere amici dei nostri figli: cosa è meglio per loro

Avere un buon rapporto con i bambini è una delle grandi aspirazioni che hanno tutti i genitori. Lungo la strada, molti di noi si chiedono se ciò significhi diventare amici con i nostri figli. SiPossiamo – o dovremmo – essere amici dei nostri figli?

L'idea di fingere di essere amici dei bambini ebbe il suo inizio nel quadro della paternità di 80 e 90, senza dubbio come una reazione a quel tradizionale modello di paternità in cui i genitori hanno fornito e disciplinato, quello in cui lo stato di autorità era molto marcato e l'emozione non era un corso principale sul tavolo.

La generazione di coloro che erano padri alla fine del secolo scorso, Voleva dare ciò che non avevano, esci dal corsetto precedente. Ma è davvero positivo – e possibile – fingere di essere amici dei nostri figli?

Forse è una questione di nomi … ma ne parlerò un po 'più tardi.

I genitori, gli amici … hanno ruoli diversi

divertente madre e figlia faccia a faccia

Le persone si sviluppano per tutta la vita, anche durante il giorno e le ore, ruoli diversi: siamo donne o uomini, amici, bambini, genitori, impiegati, acquirenti …

I ruoli esistono come un modo per adattarsi alla relazione con gli altri e sono modellati in base ai bisogni sia della persona che esercita quel ruolo, sia di quella che lo riceve o interagisce con esso.

E, sebbene siamo sempre la stessa persona, non ci comportiamo allo stesso modo l'uno dell'altro: Non è lo stesso mangiare con i tuoi genitori come con i tuoi amici per tutta la vita, non importa quanta fiducia e buona relazione hai con entrambi. Non sei lo stesso quando vai dal dentista come paziente come quando frequenti un cliente nella tua attività, giusto?

I ruoli sono necessarie ognuno porta aspetti importanti che ci aiutano a sviluppare in modo sano.

Dobbiamo essere in grado di esercitare da bambini rispetto ai nostri genitori, prenderci cura di noi, prenderci cura di noi, accompagnarci … E sì, questo significa anche prendersi cura di loro quando saranno più grandi.

Dobbiamo anche essere in grado di esercitare come amici, stare con persone con cui possiamo parlare senza esitazione, senza sentirsi giudicati, persone con cui ridere e con cui contare, persone che ci arricchiscono e che sono "casa" emotiva.

Come ho detto prima, quello che riceviamo è che ciascuno di questi gruppi è diverso, quindi si completano a vicenda, che tutti sono positivi a svilupparsi in modo superbo.

Bene, tutto questo vale per bambini, adolescenti, i nostri bambini: hanno bisogno dei loro genitori … e dei loro amici, e non devono essere la stessa persona.

Il ruolo degli amici

gruppo di ragazze adolescenti che camminano attraverso una stazione di benzina abbandonata

Gli amici, specialmente durante l'infanzia e l'adolescenza, lo sono figure fondamentali per lo sviluppo dei bambini.

Sono chiamati "uguali" perché si trovano in punti evolutivi simili, perché condividono fasi di sviluppo, e quindi esperienze, desideri, idee, abilità (cognitive, emozioni) vitali, interessi …

La figura dell'amico come un pari è insostituibile per quanto è ricco, per quanto è necessario.

Nel l'adolescenza, inoltre, come un palcoscenico in cui i ragazzi stanno forgiando la loro identità, in cui lucidano e scoprono chi sono, i pari, gli amici sono le chiavi, imparano da loro, si rifugiano in loro.

Ciò accade tra l'altro perché parte di quello sviluppo della loro identità passa attraverso un certo rifiuto della "casa", per i genitori: non deve essere qualcosa di ostile, può essere sottile, è che "Non voglio andare domenica perché voglio restare con i miei amici ".

Nel gruppo di pari si sentono accettati, compresi … indipendentemente dal fatto che abbiano anche un comodo emotivamente a casa.

Siamo i tuoi genitori, non i tuoi amici

Tornando all'idea con cui è iniziato questo articolo, non dobbiamo confondere il fatto di non essere tuoi amici con stili genitoriali rigidi o autoritario, e nemmeno questo finge di essere suo amico con una buona relazione, di fiducia, con i nostri figli.

I bambini hanno bisogno di sapere che siamo lì, pioggia o sole, e che abbiamo strumenti che i loro amici non devono risolvere i problemi, per calmarli, per imparare … Perché abbiamo una cosa molto bella: età ed esperienza.

I nostri figli hanno bisogno di qualcuno con una torcia che li illumini in questo percorso complesso che deve crescere. Hanno bisogno che spieghiamo il mondo, li avvertiamo dei pericoli … e li raccogliamo quando cadono in loro (perché no, non proteggerli eccessivamente).

Come parte del loro sviluppo, devono anche rendersi conto che i genitori non sono supereroi, quello commettiamo errori, che roviniamo e molto (cosa che succede di solito nell'adolescenza). E che non succede nulla.

Se interrompiamo la linea che separa i ruoli di genitori e amici, potremmo perdere alcuni aspetti positivi del ruolo dei genitori … e possiamo persino farli passare attraverso di esso.

Perché puoi dire a un amico quanto male lo stai facendo sul lavoro, ma non farlo con i tuoi figli, almeno non con quel dettaglio, con la stessa profondità, perché non hanno capacità emotive per gestire i problemi degli adultie quello che puoi ottenere è preoccuparlo e avere la sensazione che la mamma abbia torto.

Ad esempio, uno studio fatto Sul rapporto tra madri e figlie dopo il divorzio, ha scoperto che gli adolescenti mostravano stress emotivo e stress quando le loro madri li avevano fatti condividere i loro problemi sul lavoro, sul personale, ecc.

Siamo lì per loro, questa è la cosa importante

la madre e la figlia chiacchierano su un registro

È importante avere un rapporto di fiducia: e per questo dobbiamo ritagliarlo fin dalla più tenera età.

Devono sapere che possono parlarci di tutto, che non li giudicheremo e che possono contare su di noi, che siamo lì per loro, per insegnare loro e per imparare insieme.

È importante accompagnarli nel loro sviluppo, senza interferire indebitamente, senza dirigere la loro vita al millimetro, ma senza essere semplici spettatori.

La sfumatura semantica

E se questo abbiamo commentato in un certo senso sembra essere amici, se lo vivi in ​​quel modo e lo capisci, beh, ehi, vai avanti, non succede nulla, sono solo parole.

Ma insisto, non è lo stesso avere totale fiducia e condividere mille cose con "essere amici di tuo figlio", soprattutto nella direzione adulto-bambino: ricorda cosa ho detto prima di sovraccaricarli con i problemi e le emozioni degli adulti, non è giusto per loro

Se tuo figlio ti dice le sue preoccupazioni, le sue paure, i suoi desideri, bravo per entrambi, state andando alla grande, ma non siete amici, non siete uguali, siete suo padre, sua madre e siete grandi.

L'importante è fornire ciò di cui hanno bisogno a tutti i livelli, che siamo a loro disposizione, che siamo affettuosi, che li amiamo, che insegniamo loro, che li raccogliamo quando cadono, che ridiamo con loro e piangiamo quando devi piangere… Sono genitori ed è davvero grandioso.

Foto: Pixabay.com

Il marito di Serena Williams condivide che vuole imparare a pettinare meglio sua figlia, e i genitori rispondono con consigli

Al giorno d'oggi è molto comune vedere un maggior numero di genitori coinvolti e partecipare attivamente alla paternità dei loro figli, perché come ben sappiamo, l'educazione è due. Ma oltre a prendersi cura di loro e soddisfare i loro bisogni di base come cibo e riposo, anche i genitori sono più partecipanti su qualcosa in particolare: prendersi cura dei capelli dei loro bambini, in particolare nel caso di coloro che hanno figlie.

Per dimostrarlo, abbiamo Alexis Ohanian, il marito di tennista Serena Williamschi di recente Ha condiviso che vuole imparare a pettinare meglio sua figlia, ricevendo dozzine di risposte da altri genitori con consigli e raccomandazioni.

Alessio, a cui piace anche essere conosciuto come "il marito di Serena Williams", è co-fondatore del sito Web Reddit e padre del piccolo Alexis Olympia. Da allora, è un padre molto attivo, che è anche coinvolto nel sostenere iniziative a beneficio delle famiglie, come incoraggiare altre società a offrire un congedo parentale migliore.

Qualche giorno fa, Alexis ha pubblicato nel suo account Twitter che aveva inviato richieste di accesso a quattro gruppi su Facebook di capelli afroamericani o "naturali", come lo chiamano in inglese, che è capelli ricci e porosi, come quello che sua figlia Olympia ha ereditato dal famoso tennista.

Ho appena fatto domanda per unirti ai gruppi Facebook di Natural Hair di 4. Spero che non rifiutino automaticamente la mia domanda quando vedono la mia foto del profilo?

Ho detto loro che era meglio migliorare i capelli di mia figlia.

– Alexis Ohanian Sr.? (@Alexisohanian) Maggio 16 2019

Ho appena inviato una richiesta di iscrizione ai gruppi 4 Natural Hair su Facebook. Spero che tu non respinga automaticamente la mia domanda quando vedi la mia foto del profilo. Ho detto loro che era per continuare a migliorare il modo in cui pettino i capelli di mia figlia.

La sua intenzione, come spiega gentilmente nel suo tweet, è quella di Impara a pettinare e prendersi cura dei capelli di tua figlia, perché i suoi capelli sono molto diversi dai suoi, quindi non sa molto delle sue cure e di come stilizzarle meglio.

Probabilmente ha solo condiviso un aneddoto divertente sulla paternità e le nuove cose che sta imparando grazie a sua figlia, e non si aspettava le migliaia di risposte che avrebbe ricevuto, tra le quali senza dubbio, non mancavano consigli e elogi.

Ci sono un sacco di eccellenti video di YouTube; Scommetto che ci sono anche incontri locali.

MA … Scommetto anche che potresti andare al salone una volta alla settimana con tua figlia (appuntamento!) E loro ti insegneranno.

Ho due figlie e ho fatto troppo affidamento su YouTube.

Godspeeed!

– Jason Madhosingh (@madho) Maggio 17 2019

Ci sono molti video eccellenti su YouTube, scommetto che puoi sicuramente trovare alcuni corsi locali. Ma potresti anche andare all'estetica una volta alla settimana con tua figlia (come un appuntamento!) E loro ti insegneranno. Ho due figlie e ho fatto molto affidamento su YouTube. Buona fortuna

Questo è fantastico È bello vedere un papà che vuole saperne di più su come prendersi cura dei capelli naturali di sua figlia.

– Brianna Heard (@baheard1) Maggio 16 2019

Questo è fantastico È bello vedere un papà che vuole saperne di più sulla cura dei capelli naturali di sua figlia.

Sei un papà fantastico e c'è così tanto da dire in questo semplice gesto. Questo è più che capelli. Stai dicendo che ci tengo alla mia bambina. I capelli sono in genere una cosa importante nella vita di una ragazza. Questo le stai mostrando che apprezzi i suoi interessi.

– jennlea (@jennleacole) Maggio 17 2019

Sei un papà fantastico e ce ne sono molti di più di quanto si dice in quel semplice gesto. Questo è più che capelli. Stai dicendo: "Mi interessa la mia piccola figlia". I capelli sono in genere una parte importante della vita delle ragazze. Questo lo stai dimostrando che tieni ai suoi interessi.

Ma senza dubbio, oltre a riconoscere la tenerezza di essere un padre che si preoccupa di migliorare per sua figlia, lo sono le risposte degli altri genitori, condividendo le foto delle acconciature che fanno alle loro figliee accogliere il club dei genitori che amano pettinarli.

Continuate la pratica ?? #HairLove pic.twitter.com/dB3O2k808o

– Rob Polenska (@RobAKARon) Maggio 17 2019

Non smettere di praticare

È un lungo viaggio, amico mio! Sono 8 di anni. pic.twitter.com/tzc9HuTOYr

– Jeremy Caverly (@JeremyCee) Maggio 17 2019

È un lungo viaggio, amico! Sono stato in 8 per anni.

Sembri mio marito?
È un processo di apprendimento che imparerai ogni giorno qualcosa di nuovo! pic.twitter.com/mKhnj8hPR1

-? Il tuo ⛪️ & ?? (@AshaMartrice) Maggio 17 2019

Sembri mio marito. È lunga, impari qualcosa di nuovo ogni giorno!

I capelli sono un affare di famiglia a casa mia! pic.twitter.com/jLTSwBZ7gh

– Gloria Kimbwala (@gkimbwala) Maggio 17 2019

I capelli sono affari di tutta la famiglia a casa mia!

In realtà è una delle parti migliori della mia giornata – e non mi vergogno di dire che una parte del venerdì sera è trascorsa a studiare video di YouTube. pic.twitter.com/3YpZ5a2Vsz

– Joey Frasier (@joeyfrasier) Maggio 17 2019

Questa è una delle parti migliori della mia giornata e non mi vergogno di dire che parte delle mie serate del venerdì trascorro studiando video su YouTube.

In realtà sono abbastanza bravo. Figlie 3 ?? ‍♂️. YouTube è il tuo migliore amico! pic.twitter.com/pS3SmzOEp7

– tregua faletagaloa (@truce808) Maggio 19 2019

Sono abbastanza bravo a farlo. Tre figlie YouTube è il tuo migliore amico!

Come abbiamo accennato all'inizio, è attualmente comune vedere più genitori diventare più coinvolti nella cura dei loro figli e, come abbiamo potuto vedere nelle risposte ad Alexis, ci sono molti genitori che sono orgogliosi di condividere un momento speciale quando si pettinano le loro figlie. Questo è qualcosa di straordinario non solo perché è qualcosa di carino, ma perché è molto positivo che si parli di più e che le paternità attive assomiglino a qualcosa di normale e normale.

Foto | Unsplash
Via | Oggi

Un bambino dona gli oltre mille euro che ha raccolto per la sua comunione per aiutare gli adolescenti con il cancro

Siamo nel mezzo della comunione e mentre la maggior parte dei bambini riceve regali come console di gioco, tablet o iPad, Iñaki è un bambino di nove anni di Granada che pensava di non aver bisogno di nessuna di queste cose, e Decise di donare i soldi raccolti per la sua comunione per aiutare gli adolescenti con il cancro.

La storia è stata condivisa dal giudice minorile di Granada, Emilio Calatayud, nel suo blog, essendo stato molto critico negli anni precedenti con la celebrazione delle comunioni, e quello che sono diventati, praticamente mini matrimoni.

Iñaki ha fatto la comunione sabato scorso e ha donato gli euro 1.030 chi ha sollevato il Relè dell'Associazione per la vita contro il cancro giovanile, un'associazione che organizza attività ricreative e sportive con l'obiettivo di sensibilizzare sull'importanza di adottare misure di prevenzione del cancro tra i giovani.

La donazione comporterà l'acquisizione di una PlayStation 4 e degli occhiali per la realtà virtuale Bambini e adolescenti in cura per il cancro possono essere intrattenuti.

Un esempio in valori

Il giudice minorile ha elogiato il prezioso gesto del bambino e della sua famiglia:

“Quando parliamo di valori ci riferiamo a casi come questo. Grazie a Iñaki, che è il nome del donatore, e alla sua famiglia per il suo bellissimo gesto. E niente, cosa se imitiamo Iñaki il mondo sarà migliore di quello che è ”.

Una bellissima storia che merita di essere raccontata.

Via | Blog di Granada
Foto | iStockphoto
Nei bambini e altro | Dobbiamo davvero festeggiare con le feste tutto ciò che i nostri figli fanno?

Daltonismo nei bambini o percezione anomala del colore: sintomi, diagnosi e consigli

il i controlli oftalmologici nella prima infanzia sono molto importanti per rilevare e diagnosticare presto alcuni anomalie visive, al fine di evitare ulteriori problemi nell'apprendimento.

Una di queste anomalie sarebbe il daltonismo, un difetto nella visione che influenza la percezione dei colori e che ha una componente genetica ed ereditaria. Te lo diciamo come i bambini con daltonismo vedono il mondo e cosa possiamo fare per aiutarli.

Che cos'è il daltonismo?

La retina dell'occhio umano ha due tipi di recettori: i coni, responsabili della percezione della luce e del colore del giorno, e le aste, per l'oscurità e il movimento. A loro volta, ci sono tre tipi di coni e ciascuno di essi percepisce uno dei colori primari: rosso, verde e blu.

La combinazione di questi colori produce tonalità e sfumature 8.000 che l'occhio umano è in grado di percepire. ma quando uno o più coni sono malfunzionanti o mancanti, si verifica il daltonismo, che è una carenza visiva che impedisce di vedere correttamente i colori.

Il daltonismo è un problema oftalmologico genetico di origine ereditaria. Questa anomalia non è progressiva, ma non reversibile, e colpisce gli uomini più spesso delle donne.

Tipi di daltonismo

daltonismo nei bambini

A seconda del danno o dell'assenza del cono o dei coni della retina, il daltonismo sarà più o meno grave:

  • Quando ci sono anomalie nei coni, il paziente distinguerà i colori ma all'interno di uno spettro limitato; cioè, non apprezzerai tutte le sfumature.

  • Quando manca solo un cono, il paziente ha difficoltà a distinguere tra rosso e verde, o meno frequentemente tra giallo e blu. È la forma più comune di daltonismo.

  • Quando mancano tutti i coni, il paziente non è in grado di distinguere alcun colore e la sua visione è limitata a una scala di grigi. Tuttavia, questo tipo di daltonismo è molto eccezionale.

Sebbene possano esserci altre cause che, durante l'età adulta, causano una progressiva perdita della corretta visione dei colori, il daltonismo viene di solito diagnosticato durante l'infanzia È un problema genetico ed ereditario.

questo il disturbo è collegato al cromosoma X., in modo che i bambini che ereditano un cromosoma X con il gene difettoso soffriranno del disturbo, mentre le ragazze soffriranno solo se entrambi i cromosomi hanno il gene difettoso; qualcosa che accade solo nel 1% dei casi.

Come viene rilevato questo problema?

Essendo un'anomalia genetica, il bambino non sa se il modo in cui deve percepire i colori è corretto, perché è come li ha sempre visti. Pertanto, di solito non è fino a tre o quattro anni quando primi sospetti, perché a questa età il bambino comunica già perfettamente con noi ed è in grado di dirci cosa sta vedendo.

Normalmente, i genitori si rendono conto di affrontare un problema di vista quando il bambino confonde i colori quando gioca o disegna. anche se a volte sono i professori che avvertono di questo fatto, soprattutto nella fase infantile, in cui i colori svolgono un ruolo fondamentale nell'identificazione dei concetti.

Se in famiglia hai una storia di daltonismo e sospetti che anche tuo figlio possa soffrire di questa anomalia della vista, è consigliabile consultarlo il prima possibile con lo specialista, come la diagnosi precoce è essenziale guidare il bambino nella sua percezione del mondo.

Di solito, dopo due anni il bambino poteva già esibirsi a test di daltonismo, perché ci sono test focalizzati a questa età che sono facili da capire per i bambini, con immagini che sono facili da identificare o seguire con il dito.

Cosa fare se mio figlio ha il daltonismo?

daltonismo

Fallo conoscere alla scuola

Prima della diagnosi, la prima cosa da fare è farla conoscere alla scuola in modo che gli insegnanti ne tengano conto quando lavorano con lui.

In ogni caso, e sebbene il daltonismo possa comportare alcune difficoltà iniziali di apprendimento (specialmente se il metodo utilizzato si basa sui colori), secondo la Società Spagnola di Pediatria, gli studenti con daltonismo hanno a prestazioni simili a quelle degli studenti con visione normale.

Spiega questa anomalia della vista

Come con qualsiasi altra condizione di salute, è consigliabile informare il bambino su ciò che sta accadendo, utilizzando parole e spiegazioni in base alla loro età e comprensione

Inoltre, dal Associazione di daltonismo-ASDNA raccomandare che se ci sono altri membri della famiglia con daltonismo parla con il bambino dall'empatia e dalla fiduciaBene, nessuno meglio di un'altra persona che vive lo stesso per capire e sostenere il bambino appena diagnosticato.

Facilitare il giorno per giorno

Alcune attività quotidiane che le persone senza questo problema alla vista possono fare automaticamente, possono diventare una vera sfida per i bambini con daltonismo. Da qui l'importanza di facilitare il loro quotidiano, insegnando loro trucchi che possono aiutarli a identificare i colori:

  • Insegnagli a ricordare le cose per ordine o posizione e non per colore. Un esempio molto chiaro è quello di semafori, in modo che imparino a individuare la luce rossa in alto e la luce verde in basso.

  • Organizza il tuo armadio con etichette in modo da conoscere il colore dei capi e combinarli con successo quando inizi a vestirti da solo. Questo punto acquista un'importanza speciale durante l'adolescenza.

  • Posiziona le etichette sulle matite colorate con il nome del colore in questione, per aiutarti a scuola quando disegni.

  • Ci sono anche applicazioni per dispositivi Android e Apple Possono aiutare a rilevare i colori.

Foto | iStock

Per saperne di più | Società Spagnola di Pediatria – SEPEAP, asDNA

Herpes labiale nei bambini: perché appare e come possiamo alleviarne i sintomi

El herpes labiale, noto anche come herpes orale, herpes febbrile o "febbre", è una lesione a base di vesciche che appare sulle labbra o intorno alla bocca e può essere molto fastidiosa per il bambino.

È causato dal virus dell'herpes simplex, è molto contagioso e particolarmente pericoloso nei bambini di età inferiore ai sei mesi. Te lo diciamo come si diffonde l'herpes labiale, quali sintomi presenta e come possiamo alleviarne i sintomi.

Virus dell'herpes simplex

Il virus dell'herpes simplex (HSV), che è diviso in tipo 1 e tipo 2, è la causa dell'herpes labiale o della febbre, sebbene La maggior parte dell'herpes labiale è causata da HSV-1, specialmente durante l'infanzia.

Si stima che la maggior parte dei bambini di età compresa tra i cinque e i sei anni siano già entrati in contatto con il virus per la prima volta, anche se alcuni potrebbero farlo in seguito.

Secondo l'OMS, quasi 70 percento della popolazione sotto 50 anni sarebbe infetto dal virus, ma grazie alle difese dell'organismo, passa inosservato senza causare sintomi. Solo in alcune situazioni viene attivato e provoca lesioni orali.

Il virus è altamente contagioso., indipendentemente dal fatto che abbiano o meno sintomi. E sebbene per la maggior parte di noi non sia pericoloso, potrebbe essere per le persone con un sistema immunitario indebolito o per i bambini di età inferiore a sei mesi.

Quando e perché compaiono le ferite fredde?

Quando una persona entra in contatto con il virus, rimane "addormentato" fino a quando viene riattivato da determinate circostanze, come ad esempio:

  • Infezioni o alcune malattie
  • Febbre
  • Esposizione al sole, al caldo o al freddo
  • Stress e stanchezza
  • Piccole lesioni e lesioni sulla pelle delle labbra
  • Malnutrizione e disidratazione
  • Cause ormonali, per esempio durante il periodo mestruale nell'adolescenza

Alcune persone sono più inclini di altre a herpes labiale e ogni circostanza fa apparire la lesione. In quei casi parleremmo di herpes ricorrente (sei o più episodi all'anno) e È importante consultare il pediatra se si verifica.

Sintomi dell'herpes labiale

herpes labiale

Herpes labiale di solito si sviluppa nella parte esterna delle labbra, anche se potrebbe apparire anche all'interno, anche se non deve essere confuso afte. Altre posizioni frequenti sono di solito intorno alla bocca, come il mento, le guance e persino vicino al naso.

I sintomi iniziali sono un leggero formicolio o bruciore in una specifica area della pelle, che si verifica anche prima che possiamo vedere la lesione. Successivamente, ne apparirà uno piccolo vescica rossastra e vescicola, che verrà riprodotto (come un cluster) e ingrandito nel corso delle ore.

Durante i primi giorni, la lesione di solito punge, prude e fa male fino alla formazione della crosta, che si asciugherà e cadrà entro un periodo da una a due settimane.

La prima volta che il bambino entra in contatto con il virus, specialmente se hai meno di cinque anni, potresti avere altri sintomi associati, come febbre alta, sbavamento, infiammazione delle gengive (gengivite), nodi del collo e difficoltà a mangiare, a causa di lesioni orali interne

Come si diffonde e come può essere prevenuto

Chiunque sia entrato per primo in contatto con questo virus, presentando o meno i sintomi, può farlo diffondilo attraverso la saliva, sebbene il contagio sia massimizzato nei momenti di epidemie.

Dal momento che può essere diffuso senza sintomi (e quindi non essere visibile ad altre persone), il modo migliore per prevenirlo è farlo educare i bambini all'igiene e alle misure di contatto: insegnando loro non baciarti in bocca non condividono più determinati oggetti con altre persone, come bicchieri, posate, tovaglioli, spazzolini da denti …

Se il tuo bambino ha meno di sei mesi non permettere nessuno lo bacia in bocca o nelle manie nel caso in cui una persona vicina abbia l'herpes labiale, AEPap raccomanda utilizzare la maschera e coprire le lesioni cutanee.

Altre misure di prevenzione che possiamo attuare sono:

  • Usa il rossetto al cacao e la crema per il viso con protezione solare prima di esporsi al sole (sci, gite, spiaggia …)

  • Mantieni la pelle delle labbra sempre idratata, per evitare secchezza

  • Non mordere le labbra o mordere oggetti che possono causare lesioni lievi e lesioni, che possono portare alla successiva comparsa di herpes labiale

  • In caso di herpes ricorrente, se abbiamo identificato il motivo principale per cui si verificano, cerca di evitare il più possibile quei fattori scatenanti

Perché è pericoloso nei bambini di età inferiore ai sei mesi?

recien nacido

Sebbene È molto raro che questo virus sia somministrato nei neonati (secondo l'AEPap, in 2016 c'erano tre possibili casi in un campione di 3.401 in allattamento), se prodotto potrebbe diventare molto serio e persino fatale. Ciò accade perché il sistema immunitario è ancora immaturo e l'infezione potrebbe diffondersi rapidamente e influenzare gli organi vitali.

Nel caso del neonato il contagio può verificarsi a causa di a infezione intrauterina durante l'ultima fase della gravidanzao attraverso il contatto con le secrezioni genitali del canale del parto infetto, sebbene, come diciamo, sarebbe una condizione rara, con un frequenza stimata di dieci casi per 100.000 nato.

Trattamento dell'herpes labiale

Di solito, l'herpes labiale non richiede alcun trattamento specificoe nel giro di due settimane sarà guarito completamente. Naturalmente, è consigliabile mantenere l'area idratata con vaselina o cacao labbra – al fine di prevenire la formazione di croste di sangue, lavarsi le mani frequentementee non toccare le lesioni, per evitare che l'infezione si diffonda ad altre aree della pelle.

Ma ci possono essere casi nei bambini (specialmente se si tratta della prima infezione) che richiedono più attenzione. Il pediatra ci dirà come procedere, ma le indicazioni generali dell'AEP sono:

  • Uso di paracetamolo o ibuprofene per alleviare il disagio causato dalla febbre

  • Uso di anestetici locali per ridurre il dolore da lesioni e gengivite.

  • Dieta leggera e cibi freddi in caso di difficoltà a mangiare.

  • Aumento dell'assunzione di liquidi per prevenire la disidratazione.

  • In alcuni casi, può essere necessario il trattamento con antivirali specifici, sebbene possano non curare l'infezione ma contribuire a ridurre al minimo i sintomi.

Dovremmo consultare il medico se i sintomi peggiorano o persistono oltre le due settimane, se accompagnati da irritazione agli occhi e, naturalmente, se si verificano in neonati o bambini con sistema immunitario indebolito.

Foto | iStock

Via | In famiglia – AEP